tel. 0362 621350

professionalità dal 1965

peperoni

Acidità di stomaco

I principali attori della digestione sono i succhi gastrici, la cui caratteristica principale è l’elevata acidità. In condizioni normali il contenuto acido dello stomaco rimane confinato in quest’organo, le cui pareti sono adeguatamente protette.

L’utilizzo di farmaci (aspirina e anti-infiammatori), lo stress, un’alimentazione scorretta, l’assunzione di alcool o l’infezione da Helicobacter Pylori, possono provocare BRUCIORE DI STOMACO.

Questa eccessiva acidità può essere avvertita anche a livello della bocca dello stomaco, con sensazione di bruciore, crampi, gonfiore, nausea, pesantezza. In particolari frangenti il contenuto acido dello stomaco tende a risalire verso l’esofago, le cui pareti non sono protette come quelle dello stomaco, causando bruciore.

Questo fenomeno, chiamato REFLUSSO GASTROESOFAGEO, si manifesta con bruciore di stomaco e/o rigurgiti acidi, può essere descritto come una sensazione di bruciore in gola e a livello del torace.

peperoni

ALCUNI CONSIGLI

E’ possibile prevenire molti dei sintomi legati all’iperacidità gastrica attraverso alcune regole dettate da un corretto stile di vita:

  • ridurre lo stress
  • fare pasti frequenti poco abbondanti e ad orari regolari
  • masticare lentamente evitando alimenti grassi e speziati, bevande gasate o caffeina
  • eliminare o limitare l’assunzione di alcol e fumo
  • usare tecniche di cottura leggere come forno , griglia o vapore
  • non allontanarsi troppo dal peso-forma e fare esercizio fisico regolare (non subito dopo i pasti)
  • evitare indumenti troppo stretti in vita e che possono esercitare pressione sullo stomaco
  • evitare di sdraiarsi subito dopo aver mangiato e alzare la testiera del letto di 10-15 cm durante il sonno se si soffre di rigurgiti.